Catanzaro e i Magnifici Consoli

Catanzaro e i Magnifici Consoli

  • Inizio: Mar 30th, 2019
  • Fine: Mar 31st, 2019
  • Orario: 09:30 AM - 11:30 AM

500° Anniversario Consolato Arte della Seta di Catanzaro

Il 30 marzo 1519 è una data da non dimenticare per tutti i cittadini di Catanzaro:  quel giorno, infatti, l’Imperatore Carlo V concesse alla città l’istituzione del Consolato dell’arte della seta. Ciò significava disciplinare, con regole certe e precise, tutta l’attività di produzione della seta ed il commercio del preziosissimo prodotto.

Veniva creato un corpo di disposizioni che garantiva alle sete catanzaresi un marchio di qualità assoluta che salvaguardava i diritti dei consumatori e regolava i rapporti tra produttori, commercianti, lavoratori dipendenti e consumatori. In tutte le cronache del tempo, ed anche negli scritti di studiosi ed esperti dei secoli successivi fino ai nostri giorni, la Corporazione dei setaioli catanzaresi viene indicata come la più nobile e la più gloriosa fra tutti i sodalizi che sorvegliavano l’opera di tutte le categorie professionali in tutto il Viceregno di Napoli.

La qualità dei prodotti, la certezza dei prezzi, i diritti dei lavoratori autonomi o subordinati, le regole per eseguire i controlli superano certamente in precisione ed in equità anche i moderni “disciplinari” che vengono applicati nelle moderne attività commerciali ed artigianali. Tutto ciò rese ancora più ricca, famosa e rispettata la città di Catanzaro in tutta Europa, contribuendo al successo in quei secoli dell’economia catanzarese.

Itinerari delle visite guidate:

  • Assedio dei francesi
    Pochi anni dopo aver ottenuto da Carlo V l’istituzione del consolato della seta, i catanzaresi ebbero modo di restituire il favore all’ Imperatore, sostenendo nel 1528 l’assedio portato dai francesi che volevano sottrarre il Viceregno di Napoli a Carlo V. La città resistette all ’assedio e alla fine costrinse alla resa i nemici, ricevendo in cambio la gratitudine dell’imperatore unitamente a moltissimi privilegi ed onorificenze. La visita toccherà i luoghi dove i vari contingenti militari che difendevano la città si posizionarono, mostrerà gli stemmi ed i motti che utilizzarono i comandanti, narrerà aneddoti e vicende poco conosciute e renderà testimonianza di una tenera storia d’amore a lieto fine.
  • Dallo sviluppo urbanistico all’ arte della seta
    Lo sviluppo urbanistico della città, partendo dalle origini e procedendo con lo sviluppo dell’economia cittadina, specie in relazione all’arte della seta, verrà svelato in questo itinerario che prende spunto da un’antica preziosissima mappa.

 

I NOSTRI PARTNER