La Casa Comunale e lo Stemma della città

Il Palazzo De Nobili, situato nella zona sud-est del centro storico, è la sede del Comune dal 1863. L’edificio è posto sulla via Jannoni, in posizione limitrofa alla Villa Margherita e a pochi passi dal Teatro Politeama. L’originario palazzo patrizio fu costruito, nei primi anni dell’Ottocento, da Emanuele De Nobili e dalla moglie, Olimpia Schipani, riprendendo i toni architettonici di una residenza estiva della stessa famiglia nobiliare. In quell’edificio, fu ricevuto con grande sfarzo Giuseppe Bonaparte (Emanuele De Nobili era stato Gran Ciambellano ai tempi di Gioacchino Murat).
Nel 1861, la famiglia De Nobili decise di cedere il prestigioso immobile al Comune; le trattative si conclusero nel 1863, con atto del Notar Spadola, per un prezzo di 67.998 lire. Il Palazzo, divenuto sede ufficiale del Governo cittadino, venne ingrandito e abbellito. Nel periodo 1935-1939 venne sopralevato per dotare gli uffici comunali di maggiori spazi. Gli elementi di maggiore pregio sono: la Sala del Consiglio (ristrutturata completamente nel 1989) ornata dagli affreschi di Tarcisio Bedini (su bozzetto originale di Ugo Ortona) che riprendono alcuni momenti centrali della storia cittadina; il Salone di Rappresentanza che, abbellito da stucchi e da un soffitto a cassettoni in legno al centro del quale spicca lo stemma della città (opera del pit­tore catanzarese Guido Parentela), mostra i ritratti a olio dei sindaci alcuni dei quali sono firmati da Cefaly, Pileggi e Parentela; la Sala delle Commissioni, abbellita da affreschi del maestro Sandro Russo (1995). Nel Gabinetto del sindaco, inoltre, si può ammirare una tela raffigurante una nobildonna il cui auto­re è un anonimo pittore inglese. Dopo l’acquisto da parte del Comune, il marmo grezzo di Gimigliano dei gradini dello scalone d’ingresso fu sostituito con marmo bianco.

Fonte: Comune di Catanzaro

Lascia un commento

Dettagli del Luogo
Orario di Lavoro
  • Giorni lavorativi
    09:30 - 12:00 e 15:00 - 17:00
Mappa del Luogo
Pubblicità