Località

Costretto ad interrompere gli studi a causa della chiusura del liceo di Catanzaro, distrutto dal terremoto, De Riso si arruolò nella Guardia
Nato sotto lo splendido cielo della Magna Grecia, era dotato di un indomabile desiderio di gloria che gli fu stimolo per tutta la vita.
Dedicò tutta la propria esistenza all'attività politica ed alla pubblica amministrazione. Dopo aver ricoperto, ancora giovane...
Rimasto orfano del Padre Bernardo, venne amorevolmente educato in casa dalla madre Barbara De Nobili, quindi istruito nel patrio...
Nato in una famiglia di fede antiborbonica, si affiliò alla setta segreta della “ Giovine Italia” di Catanzaro. Fu Sindaco della città
Affiliato alla “Giovine Italia”, prese parte attiva ai moti risorgimentali e, nel 1848, fece parte del Governo Provvisorio.
Queste accorate e riverenti parole, incise in una lapide marmorea affissa nell'atrio della Corte di Appello del Tribunale di Catanzaro...
Ricevette i primi insegnamenti in ambito familiare e, all'età di 14 anni, entrò nel seminario di Nicastro. Nel 1852, appena diciottenne, si trasferì a Catanzaro per studiare le discipline giuridiche, conseguendo l'abilitazione alla pratica forense ed iscrivendosi all'Albo dei procuratori della Curia catanzarese.
Enzo Toraldo è stato tra i pittori calabresi del ”900“ uno dei più sensibili e affascinanti. La sua vita, seppur difficile e tormentata, per la scelta di vivere solo di arte, è stata anche ricca e coraggiosa per la continua ricerca artistica che non ha mai interrotto.
Dopo aver frequentato le scuole ginnasiali nel Real Collegio di Catanzaro, il padre lo indirizzò agli studi giuridici presso l'Università di Napoli. Arrivò nella città partenopea nel 1842 ma qui, anziché progredire nelle materie forensi, scoprì il suo spirito artistico e l'amore per le arti figurative e seguì di nascosto le lezioni di pittura di un maestro partenopeo.