Quartiere delle Case Arse

Il quartiere delle Case Arse deve il suo nome all’incendio che, secondo gli antichi
cronisti, venne fatto appiccare dal crudele signore di Catanzaro, il conte Antonio Centelles, nel
XV Secolo allo scopo di costringere alla resa i catanzaresi che volevano liberarsi del suo
tirannico potere. Il suo perimetro comprende il minuscolo borgo del largo Prigioni, detto anche
lo Zingarello, che si sviluppa proprio sotto le mura del Castello ed è dominato dall’unica torre
(peraltro interamente ricostruita alla fine del XIX secolo) superstite della vecchia fortezza.
Inoltre qui si trova uno degli accessi ai sotterranei del Castello. Nel quartiere si può ancora
scorgere l’antico tessuto urbano medievale, fatto di strette stradine e vicoli intricati. Vi si
trovano comunque anche antichi palazzi di pregio e la piccola Chiesa di S.Angelo degli
Amalfitani che prende il nome dalla folta colonia di mercanti campani che commerciavano le
pregiate e ricercatissime sete catanzaresi.

Lascia un commento

Dettagli del Luogo
Mappa del Luogo
Pubblicità